• Cucina
  • Medicina
  • A scuola di diversità
  • Vita all'aria aperta.
  • Presentazione libri
  • Suggerimenti dall'Agenzia delle Entrate
  • Incontriamo le diversità
  • Musica
  • Corso di giornalismo
  • Ginnastica dolce
  • I valori di Napoli
  • Le Poesie di Carmen Auletta
  • Eventi, riti e tradizioni
  • L'angolo creativo
  • BiblioTeCasa- il video racconto delle attività
  • Spazio Scuola
  • Consigli per chi cerca lavoro

Nell'incanto di Capri

'isola è, a differenza delle vicine Ischia e Procida, di origine carsica. Inizialmente era unita alla Penisola Sorrentina, salvo essere successivamente sommersa in parte dal mare e separata quindi dalla terraferma, dove oggi si trova lo stretto di Bocca Piccola. Capri, presenta una struttura morfologica complessa, con cime di media altezza (Monte Solaro 589 m e Monte Tiberio 334 m) e vasti altipiani interni, tra cui il principale è quello detto "di Anacapri". La costa è frastagliata con numerose grotta, cale che si alternano a ripide scogliere. Le grotte, nascoste sotto le scogliere, furono utilizzate in epoca romana come ninfei delle sontuose ville che vennero costruite qui durante l'Impero. La più famosa è senza dubbio la Grotta Azzurra, in cui magici effetti luminosi, furono descritti da moltissimi scrittori e poeti. La Grotta Azzurra, uno dei simboli di Capri La Grotta Azzurra, uno dei simboli di Capri I Faraglioni I Faraglioni Caratteristici di Capri sono i celebri Faraglioni, piccoli isolotti rocciosi a poca distanza dalla riva che creano uno spettacolare effetto scenografico e paesaggistico. A Capri non sono presenti sorgenti d'acqua potabile, che deve essere trasportata dal continente tramite navi-cisterna. Capri conserva numerose specie animali e vegetali, alcune endemiche e rarissime, come la lucertola dei Faraglioni che vive su uno dei tre faraglioni. La vegetazione è tipicamente mediterranea, con prevalenza di agavi, fichi d'india e ginestre. Il mare è ancora in buona parte pulito. I principali centri abitati dell'isola sono Capri, Anacapri, Marina Grande mentre l'altro versante marino di Capri, Marina Piccola risulta meno abitato e ancora più soggetto all'enorme speculazione edilizia che ha investito tutta l'isola, con buona pace di entrambe le amministrazioni.